Il 31 maggio è entrato in vigore il Nuovo Conto Termico, che mette a disposizione 900 milioni di euro all’anno per incentivare i piccoli impianti di produzione di energia termica da fonti rinnovabili.
Con il Conto Termico 2.0 è possibile riqualificare i propri edifici, per migliorare le prestazioni energetiche, riducendo i costi dei consumi e avere la possibilità di recuperare parte della spesa sostenuta.
I privati e le aziende potranno richiedere gli incentivi per interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza per:

-sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti dotati di pompe di calore, anche combinati per la produzione di acqua calda;
-sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti dotati di generatore di calore alimentato da biomassa;
-trasformazione degli edifici esistenti in edifici a energia quasi zero, nZEB;
-installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda anche abbinati a sistemi di solar cooling;
-sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore.

Rispetto allo scorso Conto Termico, introdotto dal 2012, è stato previsto l’innalzamento dell’incentivo erogato in un’unica rata e ridotto il tempo di pagamento.
Novità riguardano inoltre lo snellimento della procedura di accesso diretto per gli apparecchi a catalogo: è previsto un iter semplificato per l’installazione di apparecchi di piccola taglia (per generatori fino a 35 kW e per sistemi solari fino a 50 mq) contenuti nel “Catalogo degli apparecchi domestici” pubblicato dall’ente statale GSE (Gestore Servizi energetici).
L’accesso agli incentivi per i privati può avvenire con la modalità di accesso diretto: il soggetto interessato, entro 60 giorni dal termine dei lavori, deve presentare la richiesta al G.S.E sul portale telematico Portaltermico, dove saranno presenti le informazioni necessarie al fine di semplificare l’iter ed avere la certezza dell’accettazione della domanda.

Per avere maggiori informazioni si può consultare il sito www.gse.it, contattare il numero verde 800 16 16 16 o l’indirizzo mail contotermico@cc.gse.it

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Scritto da admin