Nelle prossime settimane è prevista la riapertura del portale per le imprese Energivore, dando la possibilità alle aziende in possesso dei requisiti necessari di iscriversi all’elenco per l’anno di competenza 2020.

Criteri d’ammissibilità

L’anno di competenza 2020 proseguirà con le nuove disposizioni in vigore da Gennaio 2018, che prevedono l’accesso all’agevolazione solamente per le aziende che:

•             Abbiano un consumo medio di energia elettrica pari o superiore ad 1 GWh nel periodo 2016-2017-2018;

o             Codice ATECO ai fini IVA 2018 fra quelli indicati nell’allegato 3 delle Linee Guida CE 2014/C 200/01;

•             Siano in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

o             Codice ATECO ai fini IVA 2018 fra quelli indicati nell’allegato 5 delle Linee Guida CE 2014/C 200/01 e iVAL > 20%;

o             Essere ricomprese negli elenchi energivori per gli anni 2013 o 2014.

Le aziende che entrano a far parte delle imprese a forte consumo di energia (energivore), per effetto del D.lgs n. 102 del 4 luglio 2014, diventano soggetti obbligati alla redazione di una Diagnosi Energetica ogni 4 anni.

Soggetti obbligati alla Diagnosi Energetica

La Diagnosi Energetica (o Audit Energetico) è una valutazione sistematica e periodica dei consumi finali di energia volta all’individuazione di eventuali criticità tecnico-gestionali.

Il fine è l’attuazione di soluzioni capaci di garantire un risparmio economico ed un minore impatto ambientale, aumentando contestualmente la competitività aziendale.

RiL saving offre una prima valutazione gratuita dei parametri per capire se la vostra azienda può godere dell’agevolazione per le imprese energivore.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Scritto da admin