Visto il susseguirsi di informazioni confuse e divergenti circa i provvedimenti in materia di energia e bollette, a causa della situazione di emergenza che sta vivendo il Paese, chiariamo quanto segue.

PER TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE:
La sospensione delle procedure di distacco per clienti morosi fino al 3 aprile è attiva per le seguenti utenze:
• tutte le utenze di Energia Elettrica in Bassa Tensione;
• tutte le utenze GAS con consumo non superiore a 200.000 mc/anno;
• tutte le tipologie di utenze Acqua domestiche e non domestiche.

Nel caso in cui la morosità sia ancora presente al termite del periodo indicato, il fornitore potrà richiedere nuovamente la messa in mora e riattivare l’iter per la richiesta di distacco.

Eventuali utenze disalimentate successivamente al 10/03 dovranno essere riattivate.

La sospensione della procedura di distacco non è da intendersi come sospensione o estinzione del debito.

SOLAMENTE PER I COMUNI CHE PER PRIMI SONO STATI COLPITI DAL CONTAGIO, L’ORIGINARIA “ZONA ROSSA”:
La sospensione dei pagamenti delle bollette di luce, gas, acqua e rifiuti fino al 30 aprile è attiva ne seguenti comuni:
• Bertonico;
• Casalpusterlengo;
• Castelgerundo;
• Castiglione D’Adda;
• Codogno;
• Fombio;
• Maleo;
• San Fiorano;
• Somaglia;
• Terranova dei Passerini;
• Vo’.

La sospensione coinvolge anche le bollette relative ai consumi del periodo in oggetto ed emesse successivamente.

La sospensione coinvolge anche il canone RAI.

La sospensione del pagamento non è da intendersi come estinzione del debito.

L’autorità ARERA ha stabilito i termini minimi per la rateizzazione degli importi in sospeso. Resta facoltà del cliente finale pagare regolarmente le bollette, previa comunicazione scritta alla società di vendita.

RIDUZIONE DEGLI ONERI DI SISTEMA
Resta un’eventualità la riduzione deli oneri di sistema, ovvero le voci di carattere generale per il sistema elettrico e gas che vengono definite periodicamente dall’ARERA ed addebitate in bolletta al cliente finale.
Attualmente infatti né il Decreto “Cura Italia” né i provvedimenti dell’ARERA danno indicazioni in questa direzione.

NB: alcuni fornitori energetici si stanno attivando autonomamente per supportare i clienti nelle difficoltà incontrate a causa delle restrizioni a contrasto dell’epidemia covid-19 anche per casistiche non comprese nei provvedimenti di cui sopra.
Si invitano quindi i clienti finali a rivolgersi direttamente ai propri fornitori energetici nel caso in cui rilevassero l’esigenza di gestire situazioni straordinarie non previste dall’ARERA.

Data l’eccezionalità della situazione, resta inteso che i provvedimenti sopra indicati potrebbero essere ampliati/modificati nelle settimane a seguire.

RiL saving si rende disponibile ad approfondire le tematiche esposte, ai soliti recapiti.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

 

 

Scritto da admin